Vai al contenuto

DANUBIO DI PAN BRIOCHE SOFFICISSIMO ripieno di crema e mele – la ricetta perfetta | Davide Zambelli

Il danubio dolce ripieno di crema pasticcera è una ricetta tipica napoletana apprezzata ormai ovunque. È preparato con un pan briosche soffice ma facile da fare e per prepararlo occorrono pochi e semplici ingredienti. Oltre alla crema però ci sono anche le mele, per conferire al danubio quel gusto tipico di torta di mele che fino a primavera ci piace gustare a colazione ma anche a merenda #panbrioche #danubio #crema

✅Iscrivetevi al canale cliccando qui ➡️https://bit.ly/2wMnse9

VAI SUL BLOG PER LA RICETTA SCRITTA. TROVERAI TUTTE LE DOSI E GLI INGREDIENTI E SOPRATUTTO ULTERIORI CONSIGLI;)

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Volevo preparare un dolce lievitato che per la primavera trovo perfetto e poi diciamocelo, considerando il periodo ancora stra colmo di restrizioni il tempo per impastare ammettiamo che è ancora a nostra disposizione, quindi vai di daubio dolce, una ricetta tipica della tradizione napoletana, ricca e sofficissima, che partirebbe nell’essere salato ma che col tempo ha voluto anche diventare dolce e ammetto che la versione con la crema è la mia preferita.

L’impasto è fatto dal pan brioche più soffice, umido e leggero che ho assaggiato nella mia vita e se non l’avessi preparato giuro che avrei detto la stessa cosa.
Lo adoro perchè sembra cotone e i tuoi denti affondano dolcemente in questo batuffolo di impasto che poi una volta assaggiato si scioglie in bocca.

Il pan briosche per questo danubio dolce che facciamo è particolarmente umido ed è proprio questo il segreto per avere un risultato spaziale, quindi mi raccomando, evitate di aggiungere farina che non serve assolutamente. La planetaria può essere d’aiuto ma non è necessaria, quindi se non ce l’avete potete tranquillamente impastare a mano. Basterà munirsi di una bella ciotola e utilizzare la tecnica di impastamento simile all’impastatrice a braccia tuffanti quindi dovrete immergervi nella pasta con le mani e sollevarne poca alla volta per sviluppare al meglio il glutine. Fidatevi che se la tecnica è quella giusta il risultato vi verrà ancora migliore rispetto che con l’aiuto della planetaria anche perchè sicuramente il composto non potrà surriscaldarsi.

La crema che useremo per farcire il danubio sarà una classica crema pasticcera ma con una minore quantità di tuorli rispetto al solito. Io normalmente la faccio con soli tuorli ma quando bisogna passarla in forno come ad esempio quando si prepara la torta della nonna è sempre meglio diminuire la quantità di tuorlo perchè altrimenti come insegna il buon vecchio Igninio Massari la crema tenderebbe ad esplodere. E se il colore giallo scarico non ci soddisfa niente paura: aggiusteremo il problema mettendo nella crema un pizzico di curcuma che naturalmente renderà più intenso il colore ma non si percepirà il suo sapore anche perchè è piuttosto delicato in più con l’aggiunta degli aromi nella crema (vedi scorza di limone o vaniglia) il sentore di curcuma sarà 100% impercettibile.

E oltre alla crema ecco un altro ingrediente che sarà responsabile sulla durata “sofficiosa” del danubio perchè grazie alla leggera umidità che rilasceranno col tempo aiuteranno a non asciugare il danubio nonostante il tempo passi in più sappiamo quanto sono buoni i dolci con le mele quindi è sempre una buona scusa inserirle in una preparazione. Le mele che ho scelto sono ovviamente Melinda, la mela che sa di casa mia proprio perchè viene coltivate nella mia Val di Sole e sopratutto nella vicina Val di Non.

La qualità giusta per questa ricetta è senza dubbio Renetta perchè la sua pasta risulta essere piuttosto asciutta e compatta, quindi in cottura farà il lavoro giusto: rilascerà l’umidità necessaria per mantenere la morbidezza al dolce senza però rendere il tutto annacquato. Come alterativa vi proporrei la Golden Delicious, sicuramente più dolce della Renetta e comunque una mela che si adatta bene anche per la cottura.

Parte un pò croccantina alla ricetta? Una manciata di pinoli, che con crema e mele sono perfetti anche perchè si trovano sia sulla torta della nonna, la regina dei dolci con le creme che nello strudel, il re dei dolci alle mele, quindi perfetto direi.

Spero tantissimo come al solito che questa ricetta vi sia piaciuta e provatela appena potete perchè ha dell’incredibile e gustarsela a merenda o ancora di più a colazione vi farà cambiare la giornata in meglio se già quando aprite gli occhi siete un filino sc4zz4ti.

Ci vediamo sul blog per la ricetta scritta;)

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

• B L O G : https://www.davidezambelli.com

• I N S T A G R A M : @davide_zamby

• F A C E B O O K : Davide Zambelli

• TIK TOK : @davide_zambelli

• M E L I N D A* : https://melinda.it/

• I N S T A G R A M : @melindavaldinon

*adv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *